martedì 17 maggio 2016

PROM E DICIOTTESIMO COMPLEANNO

Sabato scorso c'è stato il Prom, il ballo di fine anno, il quale senza ombra di dubbio è stato uno dei momento più belli di quest'esperienza. Ho avuto la grande fortuna di avere il Prom nel giorno del mio diciottesimo compleanno, ma andiamo con ordine.
Un paio di settimane fa Grace ha detto alla nostra comitiva che non sarebbe venuta al Prom con noi perchè il suo nuovo ragazzo le aveva chiesto di andare con lui. All'inizio ci siamo rimasti tutti un pò male, dato che avevamo sempre detto saremmo andati come gruppo, ma poi vedendola così felice ci siamo passati su e abbiamo iniziato ad organizzare le cose da fare prima dell'evento. Andare al Prom con tutti i miei amici nel giorno del mio 18esimo compleanno mi entusiasmava tantissimo, ma il non trascorrerlo con la persona più importante per me qui in America, mi rattristava un pò.
Una settimana prima del Prom, Grace mi dice che si sentiva in colpa a non venire con noi e che quindi avrebbe comprato il biglietto singolo, in modo tale da poter trascorrere tutta la giornata con la comitiva. Devo ammettere che questo mi ha reso molto felice e che ora sembrava veramente che tutto stesse andando nel migliore dei modi. Venerdì, verso le undici e mezza di sera, Grace mi ha chiamato per aspettare insieme a me la mezzanotte e farmi gli auguri, quando sento una voce chiamarmi dal soggiorno. Apro la porta per vedere cosa stesse succedendo, quando noto la scritta Prom? con delle candele e Drew, un compagno di Vinny, con un mazzo di rose rosse che dice ''I know that it's late, but would you like to come to Prom with me'?. Panico. Non sapevo che dire o fare. Grace non sarebbe andata al Prom con il ragazzo perchè avevamo deciso di andare tutti insieme come gruppo di amici, quindi sarebbero rimasti tutti delusi se ora io avessi avuto un accompagnatore. Cerco quindi di spiegare la situazione a Drew, e gli dico come ormai mi ero organizzata con i miei amici e di come fosse tardi per cambiare i piani e che avrei tanto voluto trascorrere il mio diciottesimo compleanno con i miei più cari amici. Per fortuna ha compreso la situazione e non si è per niente offeso, tant'è che l'ho invitato a venire al Prom con il gruppo, almeno non l'avrebbe trascorso da solo.
Si, mi sarebbe piaciuto avere un accompagnatore, vivere l'esperienza del Prom americano al 100%, ma sapevo che quella era la cosa giusta da fare e quindi ero contenta così.
Il giorno del Prom e del mio 18, ero così agitata ed emozionata che mi sono svegliata alle sei di mattina, fatto doccia e shampoo e dato gli auguri alla mamma (abbiamo il compleanno nello stesso giorno). Sono andata in camera mia e ho chiamato i miei genitori e i miei nonni in Italia. Inutile dire quante emozioni ho provato leggendo tutti i bellissimi messaggi di auguri da parte dei miei amici, americani, ma soprattutto quelli italiani.
Verso le nove io e Grace siamo andate da Target a comprare delle ciglia finte e al ritorno abbiamo visto dei tutorials su come fare trucco e capelli per la serata. Verso mezzogiorno Grace è ritornata a casa ed io ho iniziato ad arricciare i capelli e a truccarmi. Sono rimasta piuttosto soddisfatta del risultato, anche se non sentivo ero sicurissima del vestito. L'ho comprato online due settimane prima del Prom, scegliendo la spedizione di tre giorni, ma appena arrivato l'ho dovuto mandare indietro perche' era di due taglie piu' grande. Quattro giorni prima del Prom mi e' arrivato con la taglia giusta, ma era ancora un pò largo quindi ho dovuto chiamare una sarta in citta', la quale mi ha dato appuntamento al giorno prima del Prom. Venerdi' mi chiama e mi dice che era stata chiamata a lavoro e che quindi non sarebbe riusciuta ad aggiustarmi il vestito. Mi sono così ritrovata a venti ore dal Prom con un vestito troppo grande e con le lacrime agli occhi. Per fortuna la sorella del padre ospitante si e' offerta di stringermelo e devo dire che il risultato e' stato davvero molto bello.
Prima che il Prom iniziasse, dovevo andare a fare le foto con Grace alla high school ma io e Vinny eravamo così in ritardo che siamo dovuti andare direttamente all'Hotel dove si sarebbe tenuto il ballo.
Appena arrivata Grace mi è venuta incontro e ho notato che avevo due corsage tra le mani (il bracciale di fiori che l'accompagnatore regala alla ragazza nel giorno del Prom). Mi dice che dato che non avevamo un date, lei poteva essere il mio accompagnatore e quindi aveva comprato questi due corsage, tra l'altro bellissimi.

La cena era nella stessa sala del ballo, il che era comodissimo. L'atmosfera era fantastica: c'erano tantissimi studenti e professori, tutti che si facevano complimenti a vicenda. Il ballo in sè, come l'homecoming, non è stato nulla di che. La parte indimenticabile della giornata è sempre l'after, dove ci si raduna tutti a casa di qualcuno e si festeggia tutta la notte. Questa volta siamo andati a casa dell'exchange russo, Andre, dove abbiamo trascorso la maggior parte della nottata nell'hot-tub, fino a quando ha iniziato a nevicare, quindi siamo rientrati e abbiamo iniziato a giocare a qualche gioco stupido, mangiando pizza e cookies. Eravamo io, Grace, Liz, Brenna, Jack, Andre, Drew, Josh, Andrea ed Abby.

Verso le otto di mattina, la madre di Andre ci ha chiamato al piano di sopra perchè aveva comprato dei donuts. Li abbiamo mangiati guardando High School Musical con anche i fratellini ospitanti di Andre. Un paio di ore più tardi ce ne siamo andate, accompagnando prima Liz e Bri a casa.
E' stata una giornata indimenticabile e la porterò per sempre con me.









giovedì 12 maggio 2016

ROUTINE TERZO TRIMESTRE

6.30 - Mi sveglio. Maledico tutti gli dei per colpa dell'ora. Decido di alzarmi quando ormai sono già in ritardo, corro in cucina dove afferro una banana al volo e una tazza di caffè. Mi lavo i denti e la faccia, mi trucco, mi vesto e preparo la borsa di tennis.

7.15 - Sono in macchina con Vinny verso scuola, ascoltando quello schifo di rap che piace tanto a lui e dicendoci a vicenda quanto sarebbe bello se saltassimo scuola. Dopo venti minuti arriviamo, poso la borsa di tennis nella lockers' room e mi dirigo verso il mio armadietto e noto che come tutte le mattine Sergio mi sta aspettando.

7.45 - Al suono della campanella ci dirigiamo verso Advanced Computer, una della classi più noiose di sempre se solo non ci fosse Ariana. Tra power point che non finiscono più e chiacchiere con Mr. Johnston, l'ora passa.

8.58 - Suona la campanella, esco dall'aula, mi dirigo verso il mio locker per cambiare libri ed entro nella classe di Storia Americana. Mi siedo vicino Sam, Britney e Trevor che non smettendo di parlare, i quali vengono sgridati da Mrs. Conger almeno una decina di volte all'ora.

10.16 – Campanella, armadietto, chiacchiere con Sergio e classe di Algebra. Mrs. Jacobs è la persona più bella del mondo: ama il suo lavoro e i suoi studenti e trasmette una passione per la matematica infinita. Perché non abbiamo professori così in Italia?

11.34 – Entro nella Cafeteria, pranzo con Grace, Chelsea, Erika, Justin e qualche volta De Andre. Dopo ci spostiamo nella libreria, dove io e Grace finiamo tutti i compiti che non abbiamo svolto il giorno prima.

12.06 – Io, Grace e Liv entriamo nella classe di Inglese, dove o recitiamo Hamlet o leggiamo Il signore della mosche o parliamo delle news del giorno. Adoro Mrs. Danek. Preparatissima su tutto e riesce a farsi ascoltare da una classe di 35 studenti ogni giorno.

13.22 – Suona la campanella, prendo i libri di Spagnolo dall’armadietto ed entro in classe. La prima mezz’ora vola, perche' non si sa per quale oscuro motivo, ma Mrs. Sholz non è mai in classe. Quando arriva, iniziamo ad esercitarci sulla grammatica e di solito correggiamo i compiti o guardiamo qualche telenovela spagnola. Mi siedo vicino Rico, Serena e Matteo.

2.41 – Finalmente la giornata scolastica è finita. Vado nella lockers’ room a cambiarmi e alle tre vado con Grace a tennis. Ci alleniamo per due ore e poi andiamo a prendere o un frappè da mcdonald’s o andiamo a casa mia per cenare direttamente.

5.00 – Io e la mia host mom cuciniamo tutti i giorni insieme, una piccola tradizione che abbiamo intrapreso fin dal primo giorno. Quasi tre volte a settimana prepariamo gli spaghetti con meatballs oppure hamburgers, hotdogs o qualsiasi tipo di junk food che ci fa tanto bene.

7.00 – Faccio una doccia, svolgo alcuni compiti se ne ho e sprofondo nel letto a guardare Gomorra. Mando qualche messaggio vocale ad Annalisa, taggo Grace in qualche meme su instagram e bevo tutta l’acqua che non ho bevuto durante il giorno.

9.20 – Russo beatamente da ormai qualche minuto, aspettando di ricominciare un’altra giornata da capo. 

giovedì 5 maggio 2016

SPRING BREAKS

Lo so, non aggiorno da mesi, ma è davvero difficile poter dedicare del tempo alla scrittura in giornate così piene e belle. La mia avventura và alla grande, non potrei chiedere di meglio. Gli ultimi due mesi sono stati i più belli di tutto l'anno e ho potuto sperimentare nuove attività e avere tante 'prime volte'. Durante le spring breaks io e la mia famiglia siamo andati a Detroit a visitare l'American Jewerly and Loan, dove registrano il programma che và in onda su dmax, ovvero Il banco dei pugni. Purtroppo Les-Gold non c'era, ma ho avuto l'opportunità di incontrare Seth. Sono di una disponibilità assurda e adorano l'italia e gli italiani, dato che siamo il paese che fà più ascolti in tutto il mondo.






















La quantità di cibo che ho mangiato in questi ultimi mesi è indescrivibile. Ho trascorso un breve periodo cercando di mangiare sano e di perdere i kg accumulati in questi mesi, ma il tentativo è fallito. In America non puoi essere a dieta, soprattutto se tutto questo cibo non potrai più mangiarlo in pochissime settimane. Ormai questa è la mia vita e il sol pensiero di doverla lasciare, mi rattrista parecchio.






















Un paio di settimane fa io e Shelly abbiamo iniziato a giocare a The Sims 4 e ormai è diventata una droga. Dato che siamo entrambe ossessionate dalle Kardashians e dal loro programma, abbiamo creato una famiglia ''simile a loro'' e nei weekend, quando non ho gare di tennis, vado da lei e ci divertiamo giocandoci insieme. La settimana scorsa mi ha portato in un ristorante chiamato Cici's Pizza, dove c'è un buffet lunghissimo con tutti i tipi di pizza. Da quella vegetariana a quella con il salame, a quella con gli spinaci e la PASTA. Un'esperienza da provare..
Il giorno dopo siamo andate all'Expo nel mio paese dove abbiamo incontrato i giocatori di Hockey e i protagonisti di alcuni programmi su Disney Channel. Le bimbe si sono divertite tantissimo, mentre noi eravamo nella sezione cibo, ovviamente, a provare i miglior cupcakes della zona.





















La mattina di Pasqua abbiamo decorato le uove e riempito dei cesti pieni di caramelle da dare ad ogni membro della famiglia e poi siamo andati a mangiare a casa del fratello dove mi ha raggiunto Grace. Il menu è similissimo a quello del Thanksgiving, tacchino, uova ripiene, sweet potatos, apple pie etc. In più ho preparato quattro enormi tiramisù da far assaggiare a tutta la famiglia, e devo dire che ho fatto un ottimo lavoro haha.























Io e Grace abbiamo creato una bucket list di tutte le cose che dobbiamo fare prima che io parta. Fino ad ora siamo arrivate a meta' e magari quando rientro vi scrivo riguardo a tutto quello che siamo riuscite a fare!!

A presto.