domenica 3 gennaio 2016

NATALE E CAPODANNO

Ciao ragazzi, come state? Innanzitutto vi auguro un buon anno e spero che abbiate passato delle felicissime vacanze, chi con la propria famiglia e chi invece con quella nuova :)

A scuola il Natale è iniziato il 14 Dicembre con la Spirit week, proprio come quella dell'Homecoming. Come temi c'erano il christmas movie day, il pijama day, l'ugly christmas sweather day, favorite christmas characters day e un altro che non ricordo. Tra una classe ed un'altra, nei cinque minuti di pausa, si sentivano canzoni di Natale dagli speakers, dalle più vecchie come quelle di Sinatra alle più nuove come quelle di Ariana Grande. I corridoi erano pieni di decorazioni di Natale e tutti erano un pó piú gentili. In più c'era il Santa Claus segreto, ovvero ricevevi caramelle con dei bigliettini anonimi, da amici o ammiratori segreti!!




L'ultimo weekend prima di Christmas io e la mia famiglia siamo riandati da Bronners dove gli ho comprato una pallina a forma di pizza per poi farla personalizzare con il mio nome e la città da dove vengo.



Nel primo giorno di vacanze, il 23 dicembre, io e Grace abbiamo deciso di andare a fare un pò di shopping al mall. Abbiamo mangiato uno dei migliori sushi della nostra vita, comprato gli ultimi regali di Natale, scattato alcune foto al tramonto e bevuto il tanto amato Frappuccino Mocha da Starbucks. Mentre guardavamo gli ultimi updates su Snapchat, due ragazzi si sono avvicinati perchè avevano sentito il mio accento e tra una chiacchiera ed un'altra abbiamo scoperto che uno dei due aveva appena finito i provini a The Voice e l'altro creava videogiochi per una delle migliori compagnie d'America, guadagnano un botto di soldi al mese.



Il 24 è stato il giorno più triste da quando sono qui. Mi aspettavo di fare qualcosa, dato che era la Viglia di Natale, ma non abbiamo fatto niente di niente. Mentre i miei genitori con tutta la mia famiglia si ingozzavano di pesce seduti in una tavola lunga 4 metri, io guardavo il solito film pomeridiano facendo da baby sitter alle figlie di mia sorella. Verso le quattro siamo andati in chiesa e alle cinque in Pizzeria. Che bel cenone della Vigilia!!! Mentre finivo l'ultimo pezzo di pizza, mia madre mi ha chiamato da casa dei miei vicini per alcuni auguri e a momenti rischiavo di piangere. Sentire la voce di tutti mentre mi dicevano quanto gli manco e quanto spesso parlano di me, mi ha fatto sentire ancora di più il vuoto che ho dentro da quel 26 Agosto. Ma mi hanno un pò rallegrato la nottata questi bellissimi amici che meglio di chiunque altro mi stanno capendo in questo periodo.



Dopo una viglia così triste e noiosa, il Natale è stato un pò più carino. Verso le otto ci siamo alzati per aprire i regali sotto l'albero e fare qualche foto tutti insieme. Diciamo che gli Americani sono molto diversi dagli Italiani quando si tratta di Natale, spendono tantissimi soldi per i regali. Hanno comprato a mio fratello la playstation 4, gli auricolari dell'apple, due paia di scarpe, tre amplificatori per la musica, giubbotto della Hollister e una montagna di vestiti. No comment

Io ho ricevuto gli Uggs, una coperta elettrica, un pigiama di Frozen, un pupazzo di Olaf, una luce da attaccare ai libri per leggere nella notte durante i viaggi in aereo, due paia di jeans, maglioni, prodotti per la doccia, trucchi e tante altre cose. Da Grace ho ricevuto il regalo migliore di sempre. Una tazza con sopra disegnato il viaggio da Napoli al Michigan e con scritto ''Ti amo molto''. Dentro c'erano marshmallows con cioccolata calda e tantissime caramelle e poi c'era un piccolo ciondolo con scritto ''Best friends''. Adoro quella ragazza!!

                                                     


Santo Stefano, proprio come la Viglia, non esiste nella mia famiglia quindi siamo semplicemente andati al Mc Donald's per pranzo e poi al mall a cambiare i vestiti che ci avevano regalato il giorno prima, o almeno quelli che non calzavano bene.

I giorni sono trascorsi velocemente, uno dietro l'altro, mentre l'unica cosa a cui pensavo era il party a cui sarei andata il 31, la viglia di Capodanno. Così la mattina di quel giovedì, la giornata inizia un pó prima prima con doccia, shampoo, e preparazioni varie. A pranzo i miei sono andati a mangiare fuori mentre io e il fratello abbiamo guardato le bambine per qualche ora. Verso le cinque il marito di mia sorella è venuto a prenderle e mio fratello è andato via dall'amico, anche lui per prepararsi alla festa. Così mi sono dedicata alla televisione, guardando il mio show preferito di sempre, Keeping up with the Kardashians. Verso le otto Grace è venuta a casa e abbiamo iniziato a decidere che trucco fare e cosa indossare.


Il party è iniziato alle dieci e come sempre siamo arrivate in ritardo. C'erano tantissime persone, di cui la metà non ne conoscevo e c'era tantissima musica e cibo. La nottata è passata velocemente, tra countdown e balli vari. Verso le cinque ci siamo tutti addormentati sul pavimento e verso le sette eravamo già svegli. Io, Grace e John, mentre tutti avevano lasciato casa alle nove, siamo rimasti fino alle undici a chiacchierare sul divano per poi accompagnare John a casa. Ci siamo fatte una doccia a casa mia e siamo andate dritte a mangiare dal cinese. Con due ore di sonno dalla notte prima, mi sono addormentata alle cinque di pomeriggio per poi svegliarmi il giorno dopo alle nove di mattina, con ben sedici ore di sonno. Da pazzi.

             
                                                                 

     
                                                         
                                                     
Sembra che ad Agosto io sia salita su una montagna russa, non su un aereo. Momenti in cui sono la persone più felice del mondo e momenti in cui sono depressa. Ma si sa, la vita di un exchange student è così.
Spero che questo post vi sia piaciuto, baci

Festa d'addio a Nora



Il mio alberello