martedì 1 dicembre 2015

OCTOBER - seconda parte

Qualche tempo fa sono andata al mio secondo compleanno qui in America. La festeggiata era Erika, una delle ragazze con cui ho legato di più, e dato che il suo compleanno è stato qualche giorno prima di Halloween tutta la casa era decorata in tema e prima di tagliare la torta e mangiare Blue moon, gelato che vi consiglio di provare perchè è la fine del mondo, abbiamo intagliato le zucche, guardando The Haunted Mansion che è un must nelle vacanze ''halloweeniane''. Con la pancia piena di torta, gelato e snacks vari abbiamo ballato con Just Dance alla wii e ci siamo scatenate in balli imbarazzanti e video postati 'per sbaglio' su snapchat. E' stata una bellissima serata, con persone divertenti e in pieno stile americano.






Nella classe di biologia dovevamo finire un progetto entro il weekend, così Hayley è venuta a casa mia per cercare di finirlo entro la giornata, ma quando si studia in compagnia si sa sempre come andrà a finire. Abbiamo cercato di completarlo ma dopo nemmeno un'ora, siamo salite su in camera a chiacchierare e parlare del più e del meno. In momenti come quelli mi rendo conto che mi sto davvero costruendo una nuova vita qui e by the time mi rendo sempre più conto di come sarà difficile lasciarla.

Nell'ultimo mese sono stata più a casa di mia sorella che con i genitori. Abbiamo creato un rapporto bellissimo e ogni sabato sera sto andando a dormire a casa sua, dove ci immergiamo in montagne di snacks americani e facendo maratone di telefilm. In questo periodo siamo in fissa con Young and Hungry e completamente innamorate dei ragazzi in Queer as folk. Abbiamo gli stessi interessi, le stesse passioni e quando qualcuno ci chiede qualcosa rispondiamo nello stesso momento la stessa cosa e a volte una completa la frase dell'altra. E' impressionante come ci conosciamo così tanto bene in nemmeno tre mesi di conoscenza e mi fa capire quanto ci vogliamo bene quando chiede a Tammy se mi posso trasferire da lei perchè ospitarmi sarebbe un sogno.


Per l'anniversario dei miei host parents siamo andati a mangiare in una pizzeria qui vicino chiamata Naples. Sono stati carinissimi a voler trascorrere quel giorno insieme a me e mi ha fatto troppo tenerezza il loro entusiasmo nel portarmi in quel posto, nominato 'il migliore del paese'. Fingendo di non avere troppa fame ho mangiato solo due pezzi di quella cosa, che non può assolutamente essere chiamata pizza, e mentre li ringraziavo per il gesto gli avrei così tanto voluto dire 'A belli questa non è pizza, questa è chewingum con sopra salame e una salsa strana definita 'pomodoro'', ma mi sono limitata a dire quanto erano stati carini e dolci :)



Una delle più belle esperienze da quando sono più è stato andare alla Quincenera di Serena, una ragazza messicana super dolce che è con me in Spagnolo. Ad Ottobre ha compiuto 15 anni e come vuole da tradizione messicana, si deve celebrare la Quincenera, una festa di compleanno che si festeggia al compimento dei quindici anni. Si va in chiesa nella mattinata e la festeggiata è accompagnata da un ragazzo e da venti testimoni, dieci ragazze e dieci ragazzi. Tutti i vestiti sono dello stesso colore e ognuno ha la stessa pettinatura e gli stessi accessori. Il pastore battezza la ragazza, da bambina a donna e dopodichè ci si prega in spagnolo. Durante il tardo pomeriggio si va in un ristorante a mangiare, tutto a base di cucina messicana ovviamente, per poi ballare con musiche messicane haha!! E' stata una bellissima giornata e sono troppo contenta di essere capitata in questo paese dove non solo sto conoscendo abitudini, tradizioni, culture americane ma anche quelle messicane, sembra di non smettere mai di imparare. Bellissimo.











Nessun commento:

Posta un commento